domenica 29 settembre 2013

Una giornata con GS Italia


Un tempo c'erano solo i club dove ci si riuniva un giorno alla settimana e si pianificavano mirabolanti tour in moto d'intorno ad una scrivania, poi venne Internet e tutto cambiò! Si iniziò con le Mailing List dei Gruppi Yahoo, poi presero piede i siti Web con i relativi forum (ancora traenti) ed infine apparve Facebook, la "rivoluzione" sociale, al momento il sistema che veicola e condivide nel modo più rapido e possibile le informazioni.

GS Italia si appoggia totalmente a Facebook ed è quindi una comunità "giovane", conobbi fugacemente alcuni di loro ad un tour stradale sulle Dolomiti della mia Internet Community "Moto & Turismo on/off road", dove fecero tappa portati dall'amico Claudio Pineschi nel nostro stesso albergo, da li mi proposi prima o poi di fare una girata insieme a loro con una delle mie GS.

L'occasione è venuta proprio da un giro toscano organizzato da Claudio ed alcuni suoi amici, un bel saliscendi tra curve e montagne delle Apuane, il tour era strutturato in un weekend completo con accoglienza al venerdì sera, girata mattina/sera al sabato e turno in pista al Mugello la domenica, visto che abito a 3/4 d'ora da Lido di Camaiore (base del tour) dove tutti i giorni vado per lavorare decido di aggregarmi insieme a 3 amici proprio il sabato.

Raggiungiamo il gruppo all'albergo mentre qualcuno è ancora in fase colazione, ma molti sono già fuori in mezzo ad una multitudine di GS, essendo però la comunità non chiusa come i club ufficiali è possibile vedere anche una Triumph, una Varadero, una V-Strom, ....., senza che nessuno "arricci il naso", anzi, vengono accolti con piacere ed amicizia.

Claudio mi aveva confidato quanto sono stati intensi gli ultimi giorni prima dell'evento, credo sia la sua prima esperienza organizzativa a questi livelli, si parla di una 60ina di moto, non sono facili da gestire. Si parte abbastanza puntuali e superiamo indenni i semafori di Lido di Camaiore ed il traffico di Pietrasanta, anzi no: perdiamo la scopa che viene fermata per un controllo dai carabinieri, così ci facciamo una sosta lungo strada e poi ripartiamo.

Iniziamo a salire e qui viene fuori il Pineschi che conosco, gassssse e via! Nonostante le indicazioni per Castelnuovo non manchino e la strada sia sostanzialmente unica il gruppo di testa si stacca dai restanti 2/3 delle moto, ad un bivio non trovano staffette e perderanno un bel po' di tempo a convincersi di dover tirare dritto, ora sia ben chiaro: non che viaggiassimo alla velocità della luce, io gli stavo dietro con una R100GS da 55cv, ruota da 21" all'anteriore e gomme tassellate, fatto sta che anche nel resto della giornata viaggeremo a "mandate" che comunque si ritroveranno sempre nei punti tappa previsti.

Caffè a Castelnuovo Garfagnana e poi ritornando in parte sulla strada precedente deviamo per Arni ed invece di rifare la galleria del Cipollaio scendiamo per il Passo del Vestito, un po' di traffico nel quale come al solito si passa un quarto d'ora a ricompattare il gruppo sulla strada principale, piena di traffico e di automobilisti che proprio contenti non sembrano, ed infine giungiamo a Colonnata, degustazione di lardo e di nuovo in moto.


Arriviamo dopo pochi km alle cave dove è stata organizzata una visita guidata, quindi muniti di casco e gilet arancione saliamo su delle Land Rover (l'unico mezzo che può sopportare un simile uso) che fanno la spola tra la cava e la base, ho apprezzato molto questa iniziativa che mi ha fatto conoscere bene una zona in cui tutto sommato passo spesso e non avevo una idea precisa di cosa volesse dire estrarre il marmo.


Dopo un ristoro con i panini gommati presi come pranzo al sacco all'albergo rimontiamo in moto, un piccolo gruppo torna subito a Lido, il resto si dirige verso Campo Cecina, unico posto in cui non ero mai stato, molto bello, peccato che la persistente nebbia non ci fa ammirare il bellissimo panorama che si vede da quassù, pazienza, ci ritornerò.....

La prossima tappa è Fosdinovo dove ci fermiamo al mitico ristoro de "Il Selvatico", un ambiente, come posso dire...... Fantastico, ecco, si, lo capirete guardando le foto, da tornarci sicuramente per mangiare una pizza e visitare il museo di moto ed antiquariato, notevole davvero! E' giunto il momento di salutarci, il gruppo rientra in albergo, noi vista l'ora ci dirigiamo a casa in quanto la sera avevo preso impegni per una cena con amici, un saluto ed un arrivederci di sicuro.

Gran bella compagnia questa di GS Italia, informale, ma ben strutturata, ho notato che tanti erano del centro/sud (dove per sud intendo il sud del centro), romani in particolare, ma c'erano anche diversi napoletani e comunque gente da un po' tutte le parti d'Italia, giudico questo molto positivo perchè in genere da Roma/Napoli in giù è difficile avere seguito da queste parti, spero quindi che qualcuno organizzi qualcosa nelle regioni del sud che sono bellissime e che non conosco bene come il centro/nord Italia.

Chissà se il prossimo anno riuscirò far incastrare nel mio calendario un altro giro con GS Italia, ci terrei molto, intanto li ringrazio tutti per la simpatia con cui ci hanno accolto, un grazie ovviamente agli organizzatori per la bella riuscita dell'VIII weekend del gruppo! Sopra a sx l'organizzatore del tour, sotto alcune foto della giornata: