venerdì 5 luglio 2024

Al di là dell'Appennino: la Via Vandelli in moto

Nel mese di giugno 2024 ho intrapreso una piccola avventura: il cammino della storica Via Vandelli, 150Km a piedi da Sassuolo (Modena) a Resceto (Massa), descrivo il cammino in questo articolo sul mio blog OnTheAir, qui invece un dettagliato report con foto e video.

Durante il cammino ho incontrato luoghi e paesaggi davvero significativi e bellissimi, alcuni volendo raggiungibili con un mezzo motorizzato ed un po' di camminata, ho pensato pertanto di testarne la fattibilità per mettere poi il tutto insieme e realizzare in futuro il progetto di un prossimo tour per la mia Internet Community "Moto & Turismo on/off road".

Ieri quindi con alcuni amici di "QdS" Quelli del Sabato, ci siamo trovati a Lucca per intraprendere il tour, si sale per la Garfagnana passando da Castelnuovo Garfagnana > Castiglione di Garfagnana e poi piccola sosta a Casone di Profecchia per un aperitivo a Il Casone, quindi di nuovo in moto per La Santona valicando l'Appennino dal Passo delle Radici.

La Santona è un piccolo paesino che si raggiunge con strade panoramiche bellissime, il monte Cimone domina incontrastato il paesaggio, l'aria si fa frizzante, il verde ci circonta in un ambiente silenziono e poco trafficato, arriviamo al ristorante albergo "La Conca D'oro" intorno alle 13, lo stesso dove mi ero fermato durante il cammino della Via Vandelli, ricordo di averlo visto come "il Paradiso" dopo 25Km di camminata in salita!

La Via Vandelli nei tre secoli che sono passati dalla sua realizzazione si è trasformata in vari modi, in alcuni punti è diventata normale viabilità asfaltata, in altri dove completamente abbandonata un semplice sentiero, ma per la maggior parte rimane un percorso nel bosco con carrarecce abbastanza ben tenute, il tratto La Santona > San Pellegrino in Alpe è uno dei più belli.

Quello che invece andiamo a percorrere nel pomeriggio è il tratto Pavullo nel Frignano > La Santona, con le moto arriviamo al parcheggio per il ponte d'Ercole, altrimenti detto del Diavolo, poi proseguendo a piedi per una ventina di minuti si raggiunge nel bosco il ponte, un qualcosa di veramente unico e singolare, fatte un po' di foto siamo ritornati indietro alle moto.

Il gruppo proveniente da sud di Livorno visto l'orario decide di rientrare, così in solitaria mi vado a fare il percorso sterrato della Via Vandelli, si torna indietro per un breve tratto, si raggiunge poi il passo Cento Croci da dove parte una strada bianca lunga circa 8km percorribile anche con mezzi a motore, larga e ben tenuta corre in mezzo al verde con bellissimi panorami sul versante sinistro, faccio qualche foto e ripenso a quando me la sono fatta con 10Kg di zaino sulle spalle, mi sembra quasi impossibile.

Verso la fine diventa asfaltata, proseguendo per la normale viabilità si raggiunge l'Abetone e da lì con una serie di goduriosi tornanti si torna a valle, Lucca, autostrada e poi casa.


Andarci con myR100GS è stato un vero divertimento, agile, coppia pronta a qualsiasi regime, grande autonomia, ci si rende conto che tanti cavalli proprio non servono......

Cliccando sull'immagine sotto sarete rediretti ad un album con le foto scattate durante il tour, buona visione!