domenica 15 febbraio 2015

C'era una volta la Dakar....


.....Si, intendo quella vera, che si correva in Africa con mezzi molto più vicini alla serie di quelli attuali, me la ricordo bene, perché ero nel fulgore dei miei vent'anni e quando nel 1982 andai a fare il contratto per la mia prima R80G/S, non avrei mai immaginato che i futuri successi della BMW in quella gara facessero poi diventare la mia moto una delle più desiderate (e costose di allora, come oggi del resto).

Mi ricordo benissimo i primi temerari piloti considerati veri e propri romantici avventurieri, il grande Auriol, i francesi, poi gli italiani che per un lungo periodo dissero la sua, oggi si corre da tutt'altra parte e come dare torto agli organizzatori visto quello che è successo e sta succedendo in Africa?

Sulla rivista "La Manovella" (*1 rivista ufficiale dell'automotoclub storico italiano) di febbraio che ricevo in abbonamento come socio ASI per la mia Land Rover 90, a pag.66 inizia un bel servizio sulla Dakar riferita particolarmente all'edizione del 1985 di cui cade quest'anno il trentennale.

30anni?!? A me sembra ieri e non ho mai scordato quel periodo tanto che sono stato più volte in Africa ed in Marocco qualche pista della Dakar l'ho fatta, le mie due moto sono poi per me un vero riferimento a quei successi della BMW, la prima, la capostipite, l'unica e vera "Land Rover a 2 ruote" che è la R80G/S e questa Special a cui ho dedicato il blog.

Bene, sulla rivista non solo si parla, con la consueta professionalità che contraddistingue tutti i suoi articoli della BMW, ma anche della Yamaha e della Cagiva Ligier con particolari riferimenti ai piloti italiani del tempo, insomma: un articolo da divorare subito!

(*1 prezzo di copertina 5,50€, penso possa essere acquistata anche dal sito ASI od in edicola)