lunedì 15 giugno 2015

Report "Il Respiro del Vento" di Moto & Turismo on/off road

Nell'attesa dei GS Days per i quali siamo ormai giunti alla stretta finale, andate sul sito, provate a sentire se ci sono ancora camere disponibili, altrimenti abbiamo approntato anche una soluzione per il solo sabato, vi propongo il report di un bel giro organizzato dal sottoscritto per Moto & Turismo on/off road e guidato con myR100GS.

ATTENZIONE! Il giro di seguito descritto verrà riproposto tramite peruzzimoto.com sabato 27 giugno in una versione con terzo sterrato senza parte finale e sterrato del pomeriggio completamente diverso e più lungo, vedere sezione Eventi "Passeggeri del Vento".


Il meeting point era a Livorno in zona "Cisternino" alle ore 9:30 ed è stato un piacere vedere arrivare tutti puntuali o addirittura in anticipo, sono cose che fanno piacere e mostrano rispetto per chi dedica gratuitamente tempo e risorse per far si che la nostra passione dell'andare in moto faccia divertire tutti.

Altra cosa bella è che c'era una presenza di moto molto varia ed anche la provenienza dei partecipanti era sparsa per tutto il centro/nord Italia, così espletate le pratiche burocratiche dello scarico di responsabilità ed effettuato un breve briefing siamo partiti con l'amico di sempre Luca Carovano a fare da scopa e Enrico Luchini da Jolly con la sua agile Suzuki DRZ400E.

Si è formato così il serpentone di 20 motociclisti tra cui anche due passeggere che si sono sorbite tutti gli sterrati senza alcun lamento, complimenti davvero! Sfilando sull'asfalto del trasferimento ci siamo diretto verso l'interno e dopo il breve, panoramico e facile primo sterrato abbiamo inziato il parco eolico, il sistema della "moto al punto bivio" ha funzionato bene accoppiato al sistema di comunicazione radio tra guida e scopa, ma arrivato alla fine del secondo sterrato mi sono accorto che mancava parte del gruppo.


Ci siamo fermati e dopo poco sono arrivati tutti, purtroppo il motivo del ritardo era una caduta di Pasquale con la sua R1150GS che non ha riportato danni strutturali, ma quanti graffi! Il pilota integro in tutte le sue parti non si è scomposto più di tanto e come prima cosa ha detto: la ritingo e rifaccio più bella di prima, questa è la filosofia giusta!

Siamo quindi ripartiti per il terzo e più lungo sterrato con alcuni tratti leggermente più impegnativi soprattutto per le grosse moto e le due con ruote stradali, molto bello ed immerso nelle campagne fiorite, così fiorite che un'ape ha ben pensato di incunearsi tra visiera e occhiali pungendomi sotto l'occhio destro: tremendo dolore, anche perchè non mi sono potuto fermare subito, meno male che Riccardo aveva lo stick apposito che mi ha dato un po' di sollievo, il fatto che non sono allergico a queste punture di insetti ci ha permesso di ripartire perdendo poco tempo.

Siamo così arrivati alla fine dell'ultimo sterrato mattutino, ci fiondiamo nel ristorante dove l'aria condizionata aveva creato un ambiente molto fesco considerando che avevamo sempre viaggiato con temperature superiori ai 30 gradi! Questo fresco non è però stato un sollievo per tutti, Pasquale sarà stato lo stress della caduta o chissà cosa ha avuto un mancamento da cui per fortuna si è ripreso presto.

Finito l'ottimo pranzo ho erudito i partecipanti sul raid in Andalusia di novembre e poi siamo riusciti a convincere Pasquale che era meglio rientrare, così scortato dal sottoscritto e Enrico oltre ad altri due ragazzi che dovevavno rientrare prima siamo tornati a casa senza nessun problema.

Il giro è continuato grazie a Luca che ha portato il resto del gruppo fino a Volterra, tutti contenti della bella giornata passata insieme, spero quindi ce ne siano altre, continuate a seguire myR100GS ed i siti collegati per rimanere sempre aggiornati!

Buona strada, Alex myR100GS

P.S. Aspetto tutti i giessisti ai GS Days, non mancate eeeehhhh?!? :)