martedì 10 settembre 2013

Le strade del Ducato Parmense con "Moto & Turismo on/off road"

Voglio raccontarvi l'ultimo weekend che ho passato in moto con mia moglie, myR100GS e gli amici della mia Internet Community "Moto & Turismo on/off road" (M&TOOR), per chi non lo sapesse 11 anni fa mi venne in mente di  inventare un modo di andare a giro con le enduro stradali che "prima non c'era" usandole proprio per quelle moto totali che sono, quindi strada e fuoristrada leggero.

Da alcuni anni usiamo uno schema che prevede 1 ritrovo pre_stagionale, 4 tour on/off road, 1 tour esclusivamente stradale dedicato a tutte le moto ed 1 incontro conviviale che cade sempre nell'ultima domenica di novembre, quest'anno il giro stradale era nel primo weekend di settembre, precisamente il 6-7-8.

Sono partito con un paio di coppie di amici da Livorno, ne abbiamo presa un'altra a Versilia e poi via A15 siamo usciti a Berceto, sulla moto ho delle nuove gomme che al momento avevano solo 100Km di percorrenza, le Heidenau Scout, prevalentemente tassellate, ma in grado di reggere bene l'asfalto, le ho montate con la speranza di usarle nel raid in Marocco di ottobre/novembre prossimi e devo dire che alla fine si sono comportate molto bene.

Una volta usciti a Berceto mi sono fatto guidare dal GPS verso il castello di Torrechiara, meeting point del tour ed è stata una bella sorpresa scoprire un sacco di belle stradine immerse nel verde con bellissimi panorami, dopo una breve sosta siamo poi ripartiti insieme a tutto il serpentone di moto, curve su curve, saliscendi e castelli, colline e prati verdi, cielo azzurro e qualche nuvoletta bianca, temperatura gradevole anche se forse un po' sopra la media, insomma: tutti gli ingredienti per passare davvero una bella giornata!

Così è stato e la sera siamo arrivati in orario a Bedonia, base del tour, dove eravamo sistemati a mezza pensione in un confortevole albergo, devo dire che a cena e anche il giorno dopo poche volte mi sono divertito così tanto, la compagnia era veramente ottima spalmata su tutte le età, dai poco più che ventenni agli oltre 70 del mitico Nonno Costa!

Il giorno dopo siamo partiti alle 9 per il lungo tour che ci ha fatto salire su dei bellissimi passi, il monte Penna e visitare un paio di borghi, molto bello quello di Castel Arquato dove si teneva una festa mediovale alla sera e nel quale sarebbe valso rimanere, siamo tornati intorno alle 19 in albergo abbastanza stanchini, unica nota negativa devo dire che è stato il fondo stradale, in alcuni tratti davvero pessimo con smottamenti e dislivelli notevoli che hanno messo a dura prova la resistenza delle passeggere e dei piloti delle moto sportive.

La mattina dopo ci attendeva un bel percorso ed un pranzo sul passo di Pradarena, purtroppo una pioggia battente ci ha accolto proprio nell'orario di partenza, il gruppo ha iniziato a sfaldarsi ed alla fine solo un gruppo di "irriducibili" hanno continuato il giro, ne sono stati poi premiati perchè la pioggia ha smesso sul loro percorso ed hanno passato comunque una bella giornata.

Io alla testa di un gruppetto di 6 moto ho puntato verso casa dirigendomi su Pontremoli da dove poi avremmo ripreso l'autostrada, per vivacizzare un po' il percorso decidiamo di rifare il passo del Brattello percorso all'andata visto che la pioggia a Borgotaro ci ha abbandonato, mentre saliamo un automobilista ci avvisa di una mandria di mucche che vaga indisturbata sulla carreggiata, così proseguiamo con prudenza.

Appena superato il passo incontriamo la mandria di cui sopra, saranno almeno una trentina di capi, grossi e piccini, con e senza corna, non ci crederete, ma per aprirci un varco c'è voluto un bel po'! Come si provava a passare avevano paura e scartavano improvvisamente, poi visti da pochi centimetri non è che siano molto rassicuranti, eccovi il video "dell'impresa":



I colpi di scena non sono comunque finiti, quasi alla fine del passo perdo 4 delle moto dietro, vengo a sapere che Patrizia è stata punta da un calabrone sul mento, aspettiamo un po' e quando ritornano ci fanno cenno di proseguire, tutto sembra a posto, alla prima ads sulla A15 mi fermo per una breve pausa e li capiamo che le cose non vanno bene, Patrizia è costretta a sdraiarsi sull'erba, il viso ed il collo sono gonfiati vistosamente, ha difficoltà respiratorie e decidiamo quindi di chiamare il 118.

In pochi minuti arriva un'ambulanza in codice rosso, Patrizia sembra riprendersi, viene caricata sopra è gli somministrano una flebo, insomma, alla fine si tratterà di un forte episodio allergico che sembra escludere uno shock ben più grave, tanto che dopo un'ora riusciamo a ripartire, Patrizia sta bene, ma sa che da ora in poi dovrà fare attenzione ad eventuali punture d'insetti come calabroni e api.

Insomma, un rientro movimentato, ma niente che possa aver turbato il bellissimo weekend trascorso insieme agli amici, un grande grazie quindi agli organizzatori del tour ed a tutti i partecipanti che spero di ritrovare in futuro nei nostri tour! Eccovi un bel video dell'evento, mentre qui potrete trovare alcune foto.